Lei non sa chi sono io

Ogni volta che in questa città apre un posto nuovo va in scena il siparietto del generone romano alle prese con il locale impenetrabile: tra sbracciate nella fila che ovviamente in Italia si fa sempre per 6 con il resto di 2, gruppi di 44 cazzi.. Tra chi reclama nomi in lista e rapporti di parentela con proprietari e azionisti, gente che riesuma rapporti con colonnelli della finanza, autorità pubbliche, nomi falsi… Sono Cristiano Gardini, sono un cugino di secondo grado degli Elkann, la madrina di mia nipote è Chiara Ferragni.. Le liste vengono assediate manco fossero Sebastianopoli. Si consuma il concorso per il miglior ” lei non sa chi sono io..“, e tra cospicue mance, che non lo sono mai, e sesso di scambio, qualcuno si defila per trovare ‘vie’ alternative per espugnare la ‘fortezza’: provano ad entrare dalle cucine, se imbucano dalla cantina, fanno la dieci siepi con le church’s e il cappotto, se calano dal tetto legati ai lacci delle scarpe.. Lì in fondo qualcuno accenna un coro: “caricamo o no, caricamo si o no..”. Nostaglia canaglia.

Siamo una città di prime donne, senza fregna, e senza ‘na lira. Non saremo mai pronti ad essere internazionali. Ci vorrebbe una mutazione genetica. Un plauso va a tutti i pionieri coraggiosi che ci credono ancora, e se scornano ogni volta con questo zoo.. Domatori d’anime in pena, che strigni strigni non se divertono mai, ma vogliono sempre dire “io c’ero”.

db

rasputin-misticismo-y-monarquia2

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...