Sono fuori tempo, disperatamente fuori tempo.

Mi piacciono da morire i film degli anni ’90, tutti, dalle commedie romantiche americane ai primi, veri, indimenticabili film d’azione, quelli che rivedresti sempre, e perfino il cinema “da intellettuali” italiano, i tentativi. Mi piace la musica anni ’80, quella da cripto-gay dicono, ballo come Rick Astley ogni volta che ne ho l’occasione. Le mie compilation e le dissertazioni a riguardo sono paragonabili al Patrick Bateman di Eston Ellis. Mi piacciono i tagli di capelli anni ’20, così marziali, essenziali, e le montature d’occhiali anni ’30, quei tartaruga perfetti, casualmente perfetti. Mi piace la dedizione politica, illusa, disillusa, pericolosa degli anni ’70. Mi piacciono le macchine sportive degli anni ’50, le linee più belle forse. Mi piace la storia degli anni ’40, il coraggio, il terrore, e la pace ritrovata, sincera, disperatamente bramata. L’amore per la routine che riprendeva. Degli anni ’60 mi piace la voglia di rivoluzionare qualcosa che già allora pareva non funzionasse più tanto bene. Mi piace tutto, tranne il presente. Lo trovo inutile e vuoto. Come fosse stato creato a laboratorio solo per essere nostalgici, per ricordare. ” db LeGothacopyright

Annunci

3 pensieri su “Sono fuori tempo, disperatamente fuori tempo.

  1. il presente è un regalo riciclato che ci fa il passato.e noi lo rifiliamo al futuro.sperando che non se ne accorga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...