Quando eravamo noi europei

Ci stupiamo degli indiani che sperperano 10milioni di euro per un matrimonio. Ci stupiamo dei pakistani che scialacquano 350mila euro di champagne in una sera in Costa Azzurra. Ci stupiamo dei russi che acquistano barche oltre i 100 metri e ville inarrivabili senza intempare trattative a ribasso. Ci meravigliamo degli Arabi.. Eppure non c’è niente di diverso da quel che facevano leggiadramente gli europei nel XVI’, XVII’ e XVII’ secolo; prima della rivoluzioni, prima del peso del petrolio. Quando avevano alle loro dipendenze nelle terre, nelle piantagioni, nelle fabbriche enormi masse di individui devoti, affamati e senza diritti: i servi, gli schiavi, i vecchi proletari. Come hanno loro adesso. Il massimo splendore di ogni “civiltà” pesa sempre sulle spalle di milioni di ignoti.

db

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...