“Il Paradiso agli uomini ” tratto da troppi racconti in cerca di editore

4279873122_3ab196ef58
Non  so se c’è un paradiso. Non so nemmeno se sarò in grado di guadagnarmelo, se c’è. Per ora non me ne son curato. So solo che se ne esiste uno, deve permettermi di decollare all’ alba con aeroplani del passato da prati profumati  di primavera. Regalarmi le giornate avventurose di glorie a me solo narrate, in vano augurate nei miei sogni migliori. Di atterrare sempre al cospetto di tramonti immobili, dai colori del blu e dell’amaranto.. d’innanzi a nuvole maestose che si scorgono ai limiti della fine della tempesta. Atterrare su spiagge bianche affollate di amici intatti dal tempo. Per lasciare l’uniforme  da parte  e vestire camicie di lino bianco e costumi  da bagno dai colori sgargianti, e ridere di vecchie storie passate, abbracciati come fratelli in pace, su amache soffici, sconfinate.. tra bicchieri di vino inebriante e le migliori risate.
Se c’è un paradiso deve permettermi di poter leggere su una poltrona in un angolo tiepido per ore infinite, senza mai essere stanco. Di cancellare lo scandire inesorabile delle giornate che me lo hanno impedito, per scoprire tutto quello che non sono stato in grado di cercare. Deve saziare la mia voglia di sapere. Mostrarmi tutto il passato come da un telescopio, svelarmi tutto quello che è successo.. in ogni luogo, in ogni istante, per tutto il tempo che è stato. Deve donarmi la verità. Se c’è un paradiso, se ce n’è uno, deve permettermi di parlare per notti intere, senza dover chiedere udienza, agli uomini illustri davanti  ad un bicchiere di porto, al caldo del fuoco che arde in un camino vittoriano nel freddo d’inverno. ” L’atmosfera perfetta per le nostre notti di confessioni” . Deve mostrarmi i limiti di ogni spazio e la continuità del tempo, e non deve lasciare nulla al caso. Se c’è un paradiso.. deve farmi abbracciare ad ogni momento i miei cari, anche se non mi hanno ancora raggiunto.. e lasciarmi giovare dei loro sorrisi in ogni frangente, coccolarmi perpetuamente attraverso i sapori e i profumi che mi ricordano i momenti lieti trascorsi.
Se c’è un paradiso, se c’è. Deve saper realizzare per sempre ciò che di più bello ogni uomo riesce ad immaginare per se stesso.”
db
LeGotha blog copyright
Annunci

Un pensiero su ““Il Paradiso agli uomini ” tratto da troppi racconti in cerca di editore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...