Le Relazioni di Bond

“Generalmente con le donne era silenzioso e appassionato.
I lunghi preamboli della seduzione lo annoiavano quasi quanto le fastidiose manovre di disimpegno. Nell’immutabile traiettoria di ogni relazione c’era un che di disgustoso. La parabola convenzionale – l’attrazione, le mani che si sfiorano, il bacio, il bacio appassionato, i corpi che si sentono, il culmine a letto, e poi ancora letto, poi meno letto,poi la noia,le lacrime e l’amarezza finale – gli appariva vergognosamente ipocrita. E ancora di più detestava la “mise en scéne” di ognuno di questi atti di commedia: l’incontro a una festa, il ristorante, il taxi, l’appartamento di lui, l’appartamento di lei, poi il fine settimana al mare, di nuovo i rispettivi appartamenti, poi gli alibi furtivi e l’addio finale, livido, davanti a portone sotto la pioggia.”

Ian Fleming da Casinò Royale

James Bond - Dom Perignon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...